Senza categoria

Sonetto N° 3

inganni il mondo e ventre di donna avrà controra.

(traduzione. ahimè della mia mano sinistra)

Guardati questa faccia nello specchio (e)

dì che si sbrighi a farne un’altra uguale

perché se non la fai nuova e parecchio,

fai fesso il mondo e sprechi il seminale.

Dov’è una topa che non l’abbia data

e che si schifi se te la vuoi fare?

E uno che s’ama e non l’ha mai cercata

al punto di crepare e non figliare?

Ti spia tua madre e nel tuo specchio vede

quant’era bella: se pareva un maggio!

per te sarà lo stesso (e non mi crede!):

tie’ alle rughe, al tempo e all’ “oltraggio”!

Se campi e dici “Morto, chi mi pensa?!”,

crepa anche la tua foto oh ricompensa!

LOOK IN THY Ovviamente “guarda”. Io mi permetto un meno neutro “fissati” più come dire? “mercoledì delle ceneri”.

FORM Sia io che PER conserviamo “formare”. PIU ha il suo solito colpo di geniaccio e piazza lì (per la rima con “benedizione” del quarto verso) questo “riproduzione” un po’” tranché “ma che si lega assai bene con l’ “immagine” (che lui chiama, però, “figura”) dell’ultimo verso. (Anche se Sh. naturalmente non sapeva nulla di W. Benjamin).

TUTTO IL TERZO VERSO Nella traduz. di PIU praticamente sparisce.

Considerandolo una ripetizione di “riproduzione” (certo! “rinnovarsi”, in fondo, è “riprodursi” ma , in base a questo precetto d’economia domestica niente ridondanze, siamo Piumini! buona parte di Sh. va a farsi fottere) lo pennelleggia in quel suo “se non lo fai”.

Ne ammiro al di là dell’infedeltà la “sprezzatura ” ( e so che si prepara oh il gran furbone lo spazio per il suo gran quarto verso).

BEGUILE Inganno, seduzione, illusione Sia PER che PIU lo spostano nel campo semantico del “togliere”, “rubare”. Niente di grave, certo.

FOND 1 amorevole, amoroso, molto tenero 2 credulo, ingenuo, sciocco, stolto 3 (di desideri) ardente, grande; vivo ma infondato.

PIU si lega alla cordata 2 con “sciocco” PER alla cordata 3 con “pieno”.

E’ chiaro che il “colui” di Sh. è sia “sciocco” che “ardente”: è ardentemente sciocco.

Cerco di coniugarli con quel mio “fatuamente”.

SELF-LOVE PER “Amor proprio” PIU “egoista” io, con un giro di parole, “che mentre s’ama”.

Per amor di sofisticatezza: l’ “amor proprio” di PER nel suo uso attuale vira verso “cura del proprio buon nome” e anche PIU con il troppo neutro “egoista”, perdono il colore di amore narcisistico che mi pare ci sia lì dentro.

IN THEE CALLS BACK piuttosto inciampato il “in te sa / avere ancora ….” di PIU.

APRIL OF HER PRIME sia PIU che PER rinunciano a “prime” forse perché pensano che il concetto “April” già contenga il “suo” “prime”.

THROUGH WINDOWS PER “Nella finestra dell’età “. “Nella” ??!!. Bellissimo l’ “affacciato alla rugosa età” di PIU.

Fuochi d’artificio nel distici finali.

PER ha una bellissima infedele (dove sono le “pagine” in Sh.?) ma non nel senso.

“Essere ricordato” = “essere scritto” ecco l’eguaglianza.

E, visto che si tratta dei sonetti di Sh., la cosa si raffina al quadrato: e come se Sh. dicesse all’amato “Tu vuoi vivere senza che io neppure ti ricordi, qui scritto, nei miei sonetti? Vuoi che li bruci? Allora fottiti!”

Ma questo è PER e il commento è Tasca.

PIU s’esalta in quel dantismo: “s’infutura” (che fottio di splendidi verbi in Dante creati con questo “in” prefissale!).

Anch’io per non sembrare Cenerentola fra le scope e solo nella variante, chiaro! metto quell’infedele “scordato” come a dire che incattivisco Sh. perché anche l’imago, scocciata, anziché seguire l’amato nella tomba manco fosse una vedova indù se lo scorda.

Related

Venezia 2001: Alla Ricerca Di Un Altro Cinema

Venezia 2001: alla ricerca di un altro cinema Chi ci salverà dal cinema medio, buono per tutte le latitudini, fatto con standard prefabbricati e frutto della “cattiva” globalizzazione? Forse Venezia qualche antidoto l’ha proposto. Digitale: fluidità narrativa, leggerezza, sensazione di essere vicino, accanto, dentro quasi, i personaggi, flussi visionari iperrealisti, sguardi da altri mondi, scrittura […]

Love this post.0

Teatro Delle Passioni

Storchi Classico A conclusione della stagione, Emilia Romagna Teatro Fondazione presenta, come di consueto, il nuovo cartellone del Teatro Storchi, quella parte di programma che rientra nell abbonamento Storchi Classico, per presentare poi, alla fine di agosto, l intera programmazione, che comprende anche il cartellone del Teatro delle Passioni e la rassegna “Le vie dei […]

Love this post.0

Senza Parole

Senza parole Innanzitutto a nome personale e per conto della LAV di Modena, vorrei esprimere il mio dolore per quella gente che, nel giro di poche ore, ha perso tutto quello che possedeva, la propria casa, i propri ricordi e la propria vita. Credo che nessuno di noi possa davvero immaginare l’angoscia e lo sgomento […]

Love this post.0