Senza categoria

Conferenza Poesia Caffè Poetel

di Filippo Baiani e Bruno Cattivelli

La Poesia è uno stile di vita…

La Poesia è un’arte, è l’arte di saper sentire, è l’arte di saper apprezzare la vita nelle piccole cose, e bisogna saper cogliere le piccole cose, perché verrà un giorno in cui ci renderemo conto che erano grandi. Saper condensare le emozioni più belle, più profonde nelle parole, nell’armonioso linguaggio dei versi, può esser per molti una piccola cosa, ma per me è il dono più bello che il cielo potesse effondere…

Poesia come linguaggio scritto, intimo.

Nulla si presta come la poesia alla comunicazione telematica, in cui l’assenza di riferimenti personali, biografici, fisici rende al massimo il protagonismo della parola, dei versi, della composizione.

Questa conferenza è l’estensione naturale e la conseguenza degli incontri telematici di poesia (Caffè Poetel) che si tengono periodicamente in chat Agorà, e che hanno dimostrato, quanto vivo e umano, possa essere l’uso dei moderni strumenti di comunicazione, che fuori di qui vengono spesso considerati “freddi” e “impersonali”.

Mentre il chat offre la compresenza degli attori poetici, la tensione emotiva, l’impressione e l’espressione di un impatto temporale immediato e incalzante, in cui il rito della scrittura e della creazione poetica vengono rivissuti “in diretta”, questa conferenza ci offre una diversa dimensione temporale, più pacata e ragionata, spazio ideale per un approfondimento sulla poesia, sugli stessi incontri in chat, su altre produzioni e avvenimenti quali readings veri e propri, libri, recensioni e segnalazioni di qualsivoglia genere.

Vi potremo anche trascrivere qualsiasi testo, poetico o meno, anche testi lunghi meno adatti al chat, e potremo leggerli con la calma e il tempo necessari.

La conferenza avrà quindi una vita a sé stante, ma complementare e parallela allo svolgersi degli incontri del Caffè Poetel, poiché di quest’ultimo sarà il luogo d’incontro permanente per il dibattito e l’informazione.

La forma della conferenza privata dovrebbe rendere inutile qualsiasi funzione moderatrice, che invece avrà come fine quello di stimolare la scrittura da parte di tutti nella maniera più amichevole e comunicativa.

E’ importante sottolineare che la poesia nasce dove si cerca poesia, poesia è godere di un tramonto, amare il vento accarezzarci il viso soavemente, sentire scorrere il proprio sangue dal pensiero, nelle vene lungo il braccio fin sulla penna nella carta, è un’esplosione di energia, di emozioni, di sentimenti, che siano gioia, rabbia o dolore.

Poesia…

Related

Senza Parole

Senza parole Innanzitutto a nome personale e per conto della LAV di Modena, vorrei esprimere il mio dolore per quella gente che, nel giro di poche ore, ha perso tutto quello che possedeva, la propria casa, i propri ricordi e la propria vita. Credo che nessuno di noi possa davvero immaginare l’angoscia e lo sgomento […]

Love this post.0

Teatro Petrella

Settembre 2001 – Gennaio 2002 Come consuetudine il Teatro Comunale “E. Petrella” di Longiano apre per primo i battenti e dà il via alla prima

Love this post.0

Venezia 2001: Alla Ricerca Di Un Altro Cinema

Venezia 2001: alla ricerca di un altro cinema Chi ci salverà dal cinema medio, buono per tutte le latitudini, fatto con standard prefabbricati e frutto della “cattiva” globalizzazione? Forse Venezia qualche antidoto l’ha proposto. Digitale: fluidità narrativa, leggerezza, sensazione di essere vicino, accanto, dentro quasi, i personaggi, flussi visionari iperrealisti, sguardi da altri mondi, scrittura […]

Love this post.0