Senza categoria

La Grande Opera Sognata Da Dali

Salvador Dali è l’unico pittore che ha scritto un libretto per un opera-poema denominata “Être Dieu” (“To Be God”), un riflesso della sua personalità. Dali ha cominciato a scrivere il libretto per questa opera in 1927 insieme a Federico Garcia Lorca, un pomeriggio nel Café Regina Victoria, a Madrid. L’anno 1974 a Parigi Dali fece una registrazione dell’opera per cui Igor Wakhevitch scrisse la musica ed il libretto è stato a carico dal produttore spagnolo Manuel Vazquez Montalban. Durante la registrazione, Dali rifiutai di seguire parola per parola il testo di Montalban ed ha cominciato ad improvvisare dicendo che “Salvador Dali non si ripete mai”.

In 2004, anno di Dali, il produttore musicale iugoslavo Dragan Matic, chi dice di avere tutti i diritti su “Étre Dieu” e che si è definito come un erudito del lavoro dell’artista, desidera fare “l’opera grande sognata da Dali” e per la prima volta per dargli una versione scenica. “Dali voleva rendere una grande rappresentazione surrealista ma non la ha mai raggiunta”. “La nascita, la morte e l’incarnazione, sono gli elementi chiave di questa Opera-poema di cinque parti che gira intorno a queste passione. Questo lavoro presenta l’interpretazione di Dali sulla storia della creazione”

Ora, racconta il direttore artistico Petrika Ionesco, l’evento sarà come un macro spettacolo di più di cento artisti nella scena con un’orchestra sinfonica e una gran coro. La nuova versione sarebbe come una comedia musicale con la influenza della musica rock ma conserverà la voce del geniale Dali. Lluis Llongueras sarebbe incaricato dei costumi ed il trucco. Per la produzione di questo ambizioso progetto è prevista la costruzione ed uso di tecnologie specializzate di suono, immagini e di illuminazione. Anche, due piattaforme con un centro che simbolizza l’atelier di Dali e schermi che proietteranno immagini di alcuni dei lavori di Dali e del Museo Gala-Dali di Figueres (Gerona).

La premier, che si pensa costerà circa otto milioni di euros, sarà nel mese di ottobre del 2004 in Montjuïc, Barcellona e sarà l’inizio di una gira internazionale di concerto. L’opera illustra il colossale caos dell’immaginazione di Dali, alternando la sua voce originale con la musica. Tutte le ossessione e passioni dell’artista sono spiegate. “Dio fa parte del nostro intero mondo, non soltanto nel senso infinito, ma anche nel senso materiale”.

Buon Compleanno Salvador!, Dovunque ti trovi!

Grafico:’Colloque Sentimental in javascript’ (Clickea qui oppure il connettore per vedere la pittura di Dali).

Related

Sonetto N° 3

inganni il mondo e ventre di donna avrà controra. (traduzione. ahimè della mia mano sinistra) Guardati questa faccia nello specchio (e) dì che si sbrighi a farne un’altra uguale perché se non la fai nuova e parecchio, fai fesso il mondo e sprechi il seminale. Dov’è una topa che non l’abbia data e che si […]

Love this post.0

Pasolini, Pasolini, Uno Spettacolo Della Rassegna Lo Scenario Sensibile

“Pasolini, Pasolini”, uno spettacolo della rassegna “Lo Scenario Sensibile” Sullo sfondo un’immagine che ritorna: due occhi vividi, severi, che sembrano giudicare, ma senza usare un convenzionale senso morale, in un viso di “pane” e di “primule”, pronto anche all’amore. E un necrologio iniziale, dichiarazione di un lutto e di una passione senza fine, da parte […]

Love this post.0

The Golden Bowl

THE GOLDEN BOWL – Informazioni sul prodotto L’ultimo film di James Ivory approda in DVD James Ivory torna ad affidarsi alla penna di Henry James per questo suo ennesimo film in costume dove si muove alla perfezione un cast di tutto rispetto. Tratto dal romanzo omonimo dello scrittore inglese, The Golden Bowl (titolo, chissà perché, […]

Love this post.0